Picchia una donna al concerto dei Pearl Jam, Eddie Vedder si ferma e lo fa cacciare

Applausi a scena aperta per i Pearl Jam nell’ultimo concerto di Chicago, lo scorso 22 agosto. E non solo per l’ennesimo show musicale sul palco. Proprio mentre la band stava suonando ‘Lukin’, il leader e cantante Eddie Vedder si è accorto che in mezzo al pubblico stava accadendo qualcosa. «Fermi, fermi, fermi!» – così Eddie interrompe il concerto, indicando poi verso qualcuno assiepato a poca distanza dal palco -

1930562_eddievedder

«Tu, leva subito le dita dal viso di quella donna, figlio di p…a. Tutte le dita ti stanno puntando, andiamo, vattene da qui».
Non è chiaro, nel marasma generale, che tipo di aggressione l’uomo abbia compiuto. In pochi secondi, tre bodyguard della security del concerto riescono a prendere l’uomo e a cacciarlo dal concerto, tra l’ovazione dei fan dei Pearl Jam per Eddie.

Daniela Martani e il post sul terremoto: “Volete farmi ammazzare? minacce di morte a me e alla mia famiglia”

Daniela Martani torna sulle sue dichiarazioni sul terremoto, che tante reazioni negative hanno creato, e dopo aver chiesto rettifica di quanto scritto (sostenendo che il post fosse opera di un hacker) ha mandato un messaggio al sito “Dagospia”, puntualmente pubblicato:

Daniela-Martani-8-720x459 (2)

“Avete deciso che volete farmi ammazzare? Stanno arrivando minacce di morte a me e alla mia famiglia. Avevo chiesto una rettifica ed invece ci siete andati giù ancora più pesante. Cosa volete ottenere? Che muoia di fame perché nessuno mi farà mai più lavorare? Che non possa più circolare per strada per paura di essere aggredita? Mi state trattando come se avessi ammazzato personalmente 250 persone”.

“I delitti del lago”, al via la mini-serie: Canale 5 si tinge di giallo

Dopo “Il Sospetto 2″ e “Scomparsa”, arriva su Canale 5 “I Delitti del Lago”, serie tv francese, con cui si conclude la saga mandate in onda da Mediaset di genere crime e incentrate sulle persone scomparse. La miniserie sarà in onda in due prime serate domenica 28 e lunedì 29 agosto. La storia è incentrata sulla detective della polizia Criminale Lise Stocker (Barbara Schulz) che torna nella cittadina natale per accudire la madre gravemente malata.

TF1 / Elephant - Les Disparues du lac

La protagonista trova nella cittadina le persone sconvolte per la scomparsa di una 16enne, Chloé (Charlie Joirkin), la figlia dei vicini di sua madre, e che collegano il fatto alla misteriosa sparizione delle amiche di Lise avvenuta quindici anni prima. Il tutto diventerà ancora più complicato quando Clovis (Lannick Gautry), il comandante della polizia locale, scopre che Remi Bouchard, l’uomo condannato per la scomparsa di Ana e Marion, è appena uscito di prigione. Riuscirà Lise a risolvere il difficile caso e trovare il responsabile delle sparizioni?
La fiction francese, il cui titolo originale è “Le Mystere du Lac”, ha fatto il suo esordio nel settembre 2015 Oltralpe.

The Doors, 50 anni fa nasceva il mito

Mezzo secolo di Doors, la band americana che ha fatto la storia del rock. L’agosto del 1966 segnò infatti una tappa decisiva per Jim Morrison, Ray Manzarek, Robbie Krieger e John Densmore, all’epoca giovani musicisti sulla cresta dell’onda grazie all’ingaggio al “Whisky a Go Go” di Los Angeles. Il 24 agosto il gruppo entrò nei Sunset Sound

C_2_fotogallery_3004374_3_image

Recording Studios e nel giro di una settimana registrò il primo album della loro carriera.
Il disco, che per titolo ha il nome della band, uscì nel gennaio del 1967 spalancando loro le porte del mito. Fu un debutto clamoroso: Morrison, Manzarek, Krieger e Densmore avevano messo a punto repertorio e stile durante l’ingaggio al “Whisky a Go Go”, così la loro prima prova su vinile offrì già alcuni titoli destinati a diventare dei classici.
All’interno di “The Doors” ci sono infatti “The Cristal Ship”, la versione di “Alabama Song” di Bertolt Brecht e Kurt Weill, i dodici minuti di “The End”, “Break on Trough” (che uscì come primo singolo) e “Light My Fire”, che rimane il piu grande successo della loro carriera.

Rio 2016, Federica amara: “Qualcosa dentro me muore…”

La foto che ha messo su Instagram è sorridente, in compagnia delle amiche e sott’acqua.

1916868_1916826_fede

La dichiarazione che accompagna l’immagine di Federica Pellegrini è invece più che amara, accompagnata da due cuori neri, dopo la grande delusione di Rio: «Non posso far altro che continuare a sorridere anche se qualcosa dentro me muore…».

Antonella Clerici e la love story con Vittorio Garrone: “Regalo inaspettato, ecco come ci siamo conosciuti”

“Incontrare una persona come Vittorio, in un’età in cui pensi di dover tirare i remi in barca, è un regalo inaspettato… “, Antonella Clerici parla della sua relazione con il petroliere Vittorio Garrone, con cui era stata recentemente sorpresa: “Mi chiede se sono felice? – ha fatto sapere a “Oggi” – Sì, sono molto felice. Sto molto bene e per come sono fatta non potrei proprio mentire su questo”.

C_2_fotogallery_3004255_1_image

I due ormai fanno coppia: “Sì, io e Vittorio stiamo insieme. La nostra è una storia recentissima, ci siamo conosciuti a maggio ed eravamo entrambi liberi… Non sono il tipo di donna che frequenta questo e quello, e non faccio conoscere la mia bambina a chiunque. Vittorio per me è molto importante, non lo nego. Proprio per questo, avrei voluto parlare di noi in un altro momento, dopo aver lasciato a questa storia lo spazio per crescere, mettersi alla prova. Avrei voluto proteggerla ancora un po’. Per poi raccontare questa novità della mia vita, come ho sempre fatto, al mio pubblico, che sa bene che non gli mento mai. Cercando di far capire che l’età non è mai un ostacolo in amore e che la vita può cominciare anche a 50 anni”.
Un accenno anche all’ex Eddy Martens: “Siamo soci nel nostro ristorante Casa Clerici, ma siamo in quella fase dei rapporto in cui si ridefiniscono gli spazi delle rispettive vite, con stima reciproca e intelligenza da parte di entrambi”.